• Tag Archives corsa
  • Non corsa

    Continua il periodo di inattività forzata. Nei giorni scorsi, non sentendo neanche più fastidio, pensavo di poter riprendere a correre da lunedì. Ieri ho fatto qualche timido esercizio di stiramento ed ecco che il fastidio alla coscia si è ripresentato.
    La prudenza consiglia di aspettare ancora e non sforzare.



  • Cosa ho fatto stamattina?

    So che non vi importa nulla ma intanto io ve lo scrivo lo stesso: ho corso la Caruggi in Cursa e mi sono un poco migliorato rispetto all’anno scorso. La cosa che è migliorata di più è stata però la sensazione di affaticamento alla fine della gara, quasi inesistente eppure quest’anno sono partito con il grande timore di risvegliare il dolore ai tendini di Achille, così non è stato. Se vogliamo proprio proprio essere sinceri del tutto la partenza con immediata curva a 90° e la strettoia di Caricamento da affrontare in gruppo mette sempre in gran difficoltà, a me dare e ricevere gomitate non piace proprio.

    Per quelli di voi che sono interessati alla parte agonistica ci ho messo: 47’46”, mentre l’anno scorso ci avevo messo: 48’02”



  • Un rapido aggiornamento

    Visto che in questo periodo gli aggiornamenti di questo blog sono per lo più dei semplici link ad articoli che trovo interessanti mi sembra giusto scrivere due righe su di me, perché poi in fondo questo blog dovrebbe essere una collezione di pensieri a vanvera del sottoscritto.
    Bene oggi, dopo tanti giorni, non ho avuto dolore ai tendini durante l’allenamento, ho corso veramente piano, molto sopra a quanto vorrei. In verità ho grossi problemi di fiato, mi sento quasi come se fossi un fumatore, ansimo appena provo ad accellerare. In pratica i tempi degli ultimi allenamenti oscillano tra i 5’10″/km e i 5’15″/km. Posso fare meglio lo so e spero di farlo domenica, spero nelle salite e nelle discese.



  • Finalmente ho fatto il giro lungo

    Stamattina la temperatura era giusta, non troppo freddo non troppo caldo, la gamba tirava e allora ho iniziato pensando di fare 12km poi però sono arrivato sotto casa e avevo ancora voglia di correre allora ho proseguito pensando: “arrivo a Campomorone e torno indietro” invece la gamba diceva bene il fiato era perfetto e allora ho proseguito. Confesso che al ritorno ero un po’ stanco e in discesa non ho tirato come ormai di abitudine. Alla fine secondo google maps ho fatto 23,3km secondo le mie rilevazioni fatte con il contachilometri dell’auto sono 23,1km ma non sono 200m che fanno la differenza. Ora mentre scrivo ho un po’ di male ai muscoli specie della gamba destra ma nessun dolore strano.

    Il percorso, come al solito è qui sotto:


    Visualizzazione ingrandita della mappa



  • Aggiornamenti sulla corsa

    Giovedì ho fatto il mio solito giretto: Pontedecimo – Isoverde e ritorno. All’andata ero abbastanza arzillo, sulla strada del ritorno invece ho accusato qualche dolorino di troppo ai polpacci. Alla fine ho fatto 5’8”/km che non è per nulla male.

    Stamattina, molto tardi rispetto al mio solito, ho fatto il giro che vedete di sotto (come al solito tutti i punti intermedi servono per avere un percorso corretto sulla mappa):


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Gli ultimi 200 metri li ho fatti praticamente al passo, però sono molto soddisfatto del giro e lo rifarò sicuramente. Confesso che mi aspettavo di arrivare a Serra 5 minuti prima di quanto ho fatto (54′ 22″) ma ho mi sono basato sui cartelli che segnalavano l’assenza di protezione a valle per verificare quanto mancava alla meta e prevedere il tempo di arrivo, devo trovare un metodo più preciso.

    Ho provato a registrare la traccia con il GPS del mio cellulare (Nokia 6760 Slide) ma il GPS non prendeva (a un certo punto ho smesso di guardarlo) e, forse, whereami comunque non riesce ad usarlo. Speravo di poter avere un file GPX del mio allenamento senza dover acquistare nessuno strumento e magari contribuire a OpenStreetMap. Il garmin da polso con cronometro e cardiofrequenzimetro rimane nella lista dei desideri. A proposito il battito cardiaco registrato dal cardiofrequenzimetro della Aptonia (quello di Decatlon per intenderci) non ha mai segnalato più di 165 battiti al minuto.



  • Non pensavo di farcela

    Oggi ho fatto un bel giretto, 10km in 55′ 11”. Un po’ di salita, fino alla Madonna delle vigne, un sacco di bella discesa e un po’ di piano.
    Sinceramente non pensavo di farcela e non pensavo di stare così bene dopo una salita che, specie nel tratto da Cesino alla Madonna delle vigne è piuttosto duretta.
    Come al solito la mappa dettagliata del percorso:

    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Domani farò un altro tentativo sempre in salita, tutto sommato farò sicuramente più fatica ma oggi senza macchine che ronzavano attorno ho potuto sentire l’odore dell’erba tagliata, il profumo di alcuni fiori e i cani avvicinarsi :-)



  • Aggiornamenti sulle mie corsette mattutine

    È tanto che non vi tedio con le mie corsette mattutine, non per questo ho smesso di farle.

    In questi giorni ero stufo della solita strada, sia perché è la solita strada sia perché, pur non essendo tanto trafficata, i pochi mezzi che passano la mattina presto sono camion da cantiere, avete presente quei robi con tante ruote e un tubo di scarico grosso come lo scarico del water? Quando la strada cambia pendenza e uno di quei mostri arriva e cambia marcia vengo avvolto istantaneamente da una nuvola nera che non è proprio il massimo. Per fortuna questa cosa accade di rado perché normalmente vado a correre veramente presto. Tutto questo mi ha spinto a provare strade alternative che non avevo mai provato perché giudicate troppo ripide per il mio stato di allenamento. L’altro ieri sono andato a Cesino (salita sulla strada e ritorno per sentiero) e oggi sono andato a San Cipriano (salita passando da Prelo e discesa per la strada dell’autobus). Il bilancio è positivo: ho incontrato uno scooter e due auto ieri, una moto e un auto oggi; le gambe hanno retto bene sia in salita che in discesa; il battito cardiaco è sempre rimasto nei limiti; il respiro non era per nulla affannato; inoltre ho recuperato benissimo. L’unico piccolo neo di questi giri è che sono corti, una mezz’oretta di salita e meno di 10 minuti di discesa, sono abituato a correre circa un’oretta.

    Il percorso, completo, dell’altro ieri (tutti i punti intermedi li ho messi per disegnare correttamente il tracciato sulla mappa):


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Il percorso, completo, di oggi:(tutti i punti intermedi li ho messi per disegnare correttamente il tracciato sulla mappa):


    Visualizzazione ingrandita della mappa



  • Correre

    Dopo una lunga sosta dovuta alla tendinite di cui ho già scritto ieri sono andato a farmi una breve corsetta (i miei abituali 11km) e devo dire che sono molto contento che il tendine non si sia fatto sentire, in compenso ho sofferto un po’ il caldo e alla fine avevo un certo dolore muscolare diffuso ad entrambe le gambe. Per precauzione non ho tirato troppo, anzi sono andato 1’30” sopra il mio solito. Era un test del resto. Da domani si ripunta la sveglia alle 6 e un giorno si e uno no si torna a correre prima di andare in ufficio.
    Sono molto ma molto contento.



  • Niente corsa per almeno un mese

    Molti amici, che leggono queste pagine, mi hanno scritto e chiesto di persone come mai non scrivo più delle mie corsette, il motivo è molto molto semplice: non corro da 2 settimane e ancora per almeno 2 non correrò. Ho avuto un gran male a un tendine che lentamente mi sta passando per cui riscriverò di corse appena riprenderò per ora nulla. ;(



  • Ieri e oggi

    Ieri è stata una bellissima giornata, il picnic sulla spiaggia è stata una bella idea, non altrettanto quella di non darsi la crema protettiva, oggi sono rosso come un pomodoro da salsa.

    Oggi invece ho fatto una corsa veramente breve, all’inizio del 4° chilometro ho iniziato ad avere un dolore alla parte interna della tibia, non so che muscolo o tendine ci sia da quelle parti ma mi sa che ha a che fare con la rotazione del piede, quando prendo velocità (e fino a quel punto ero andato piuttosto veloce) tendo a sventagliare il piede prima di appoggiarlo. Ora mi fa ancora male, vedremo domani per decidere cosa fare dopo domani.



  • Corsa

    Oggi pomeriggio ho fatto il mio solito percorso di corsa: Pontedecimo-Isoverde e ritorno, normalmente il pomeriggio sono più veloce della mattina ma oggi ho trovato traffico, tante persone in giro ed ero forse un po’ stanco per cui per fare i soliti 11,2km ho impiegato 59min che, se non ho sbagliati i conti dovrebbe fare 5’16”/km. Il mio obiettivo di 5’/km in allenamento corto (intendo entro i 15km) sembra ancora distante.
    Ora si esce a cena con amici, speriamo di non prendere un pacco.



  • Giornata positiva

    Oggi è stata una bella giornata, si proprio bella e voglio scriverlo.

    Stamattina sono uscito per la consueta corsa prima di andare in ufficio e anche se le gambe erano un po’ dure in partenza ho fatto 5’5”/km il che si avvicina sempre più al mio obiettivo di andare e tornare da Isoverde in 55/56 minuti.

    In ufficio sono riuscito, rispolverando un po’ di Visual Basic, a dare una mano a Nino, non abbiamo risolto tutto ma secondo me siamo sulla buona strada, lui vorrebbe tornare indietro ma, come dice Mirko: non si torna mai indietro si va avanti.

    Ora dovrei leggere un po’ di email e qualche post che mi sono appuntato nella lista delle cose da fare ma gli occhi si stanno per chiudere.



  • Una settimana o forse anche più in un post

    Sono un po’ di giorni che non aggiorno il blog esclundendo i link ad altri siti che ogni tanto aggiungo mentre navigo.

    Domenica avrei dovuto correre la mezza maratona di Genova ma dato che sono uno sciocco e ho dimenticato di prenotare la visita medico sportiva per la pratica di attività agonistica, ho fatto la visita venerdì e il certificato è pronto oggi, cioè due giorni in ritardo rispetto a quando mi serviva. Poco male, non è la morte di nessuno, tutta esperienza.

    In compeso sabato scorso ho avuto il tempo di andare a comprarmi un bel paio di scarpe da correre della Brooks, marca a me sconosciuta. Sono andato da Genova Running dove finalmente ho trovato qualcuno che oltre a farmi spendere più di 100 euro mi sa dare qualche consiglio. Ho provato le scarpe ieri mattina e devo dire che, specie in discesa mi sento più sicuro. Il leggero dolore alla gamba destra che mi perseguitava da un po’ è apparso solo negli ultimi 500 metri e non è rimasto neanche un secondo appena mi sono fermato.

    Sabato, prima di andare a comprare le scarpe, ho pranzato all’osteria di Vico Palla, c’è molta confusione ma ho mangiato veramente bene. La consiglio.



  • Corsa di Pasquetta

    Mi rendo conto che sempre più spesso dedico i miei post alla corsa, ma ultimamente è la mia attività preferita. Lunedì pomeriggio era caldo, c’era un bel sole e quindi per la prima volta dopo mesi sono andato a correre con i pantaloncini corti e la maglietta, c’era una leggera brezza ma faceva piacere. Ho incontrato molte persone che camminavano per strada, forse perché i sentieri erano tutti bagnati. Ho percorso gli 11,2km da casa a Isoverde e ritorno in 1h61’18”, non è il mio record sul percorso ma considerando lo sforzo di sabato mi sento soddisfatto.

    Ieri, grazie a mia suocera, sono riuscito a prenotare la visita medico sportiva per venerdì 16 e di conseguenza penso di riuscire a iscrivermi, l’ultimo giorno possibile, alla Mezza di Genova. È stata un’impresa, la prima richiesta del medico non andava bene, mancava la specifica dello sport da fare, poi non si riusciva a prenotare, alla fine ho dovuto spostare l’appuntamento perché mi ero spiegato male con mia suocera, che per fortuna, ha fatto tutto per me. Senza l’aiuto di un pensionato non si riesce a seguire la burocrazia delle ASL. Questo è, a mio modo di vedere, pazzesco.

    Posted via email from scanepa’s posterous



  • Test di mezza maratona

    p5rn7vb

    Oggi ho fatto un test: 21,1Km, cioè più o meno la distanza della mezza maratona. Ho unito i due miei percorsi classici di allenamento: casa-Isoverde-casa-Bolzaneto-casa. Purtroppo mentre scendevo da Isoverde è iniziato a piovere forte, non avendo il capellino gli occhiali si sono riempiti di acqua e non vedevo quasi nulla. Alla fine ho fatto circa 5’31” al chilometro, il cardio frequenzimetro non ha mai fischiato segno che sono stato sempre tra il 150 e 165 battiti al minuto. Sono stato più lento di quanto mi aspettassi. Potrei prendere l’acquazzone come scusa, ma se è vero che ho rallentato perché avevo paura di scivolare o prendere storte, l’acquazzone mi ha tenuto compagnia si e no 3 chilometri e quindi non giustifica del tutto la prestazione. La cosa che mi ha colpito positivamente è stata che le gambe non sono rimaste dure tutta la giornata, dopo un po’ di stretching ho recuperato abbastanza bene, vedremo domani.



  • Corsa di ieri e programmi per domani

    Ieri ho fatto una breve corsetta prima di andare in ufficio.

    Visualizzazione ingrandita della mappa
    Ci ho messo 28′ e 39” andata e ritorno.

    Domani vorrei fare: Pontedecimo – San Cipriano – Serra – San Cipriano – Pontedecimo. Non fidatevi troppo delle mappe di google perché, per e da San Cipriano, farò sicuramente qualche scorciatoia pedonale per evitare di finire sotto le macchine nella strada tortuosa e stretta.


    Visualizzazione ingrandita della mappa