Non ne azzecco mai una

Stamattina la sveglia è suonata alle 6 come tutti i lunedì da un po’ di settimane a questa parte, ma, complice l’ora legale, le ore piccole fatte nel fine settimana, non ce l’ho fatta ad alzarmi.
Per non perdere la giornata oggi pomeriggio sono scappato dall’ufficio e alle 18.30 ero a casa a mettermi la tuta, indossare le scarpe, prendere in cronometro e via per i miei 12 chilometri a tutta birra (ovviamente previo stretching).
Alla fine ho completato il percorso in 61′ 18″ che vuol dire più o meno 5’6″ al chilometro. Il fiato era buono, forse per alcuni tratti avrei potuto anche tirare di più ma non vorrei stressare troppo il tendine che mi faceva male nei giorni scorsi. Appena arrivato mi sono buttato sotto la doccia e ho scoperto che l’unghia del primo dito del piede sinistro è completamente nera, sotto c’è un fantastico emantoma.
Tutto sommato non mi fa male ma porca miseria non me ne va mai bene una. Ho aggiunto delle solette per attutire meglio i colpi del tallone però forse ho stretto troppo lo spazio per le dita. A ripensarci in effetti è da prima di aver inserito le solette che l’unghia ha comiciato a essere un po’ nera sotto ma ora è molto evidente. Avrei dovuto pensarci ma non è stato così. Speriamo che l’unghia non cada e soprattutto che non faccia troppo male.

Posted via email from scanepa’s posterous

zv7qrnb