1%

Tu, che vendi siti web costruiti su Wordpress, Drupal, Prestashop...
Tu, che implementi applicazioni PHP, Python, Javascript...
Tu, che offri hosting sul tuo server Linux, Apache, MySQL...

Tu hai bisogno del software libero.
Il software libero ha bisogno di te.


Il software libero e opensource ha abilitato decine di migliaia di persone a fornire sul mercato prodotti e servizi in tempi brevi e costi ridotti. Permette a molti, compreso probabilmente te, di costruire la propria attività professionale sulle sole proprie competenze.
Ma il software, come ben sai, non cresce sugli alberi. Ed anche il software opensource, benché spesso distribuito gratuitamente, ha un costo.
Il sostegno economico ai progetti opensource di uso quotidiano, e alle iniziative ad essi correlate, non è solo un gesto morale ma un modo per garantire che la tua attività possa continuare a crescere in futuro. Senza dipendere da costose licenze, imposizioni e restrizioni, ambienti di sviluppo chiusi e vincolanti, o dalla volontà di altri.

1: Raccogli

Nelle fatture che emetti aggiungi l'1% del totale indicando, come causale, "Contributo opensource - wwww.linux.it/unopercento". In questo modo i tuoi clienti saranno a loro volta resi consapevoli del fatto che il software che hai usato per portare a termine il lavoro, benché opensource, non è gratis in assoluto ma ha bisogno di sostegno e supporto per poter continuare a goderne.

Se lo ritieni più opportuno puoi anche non esplicitare la quota in fattura, o definirne una fissa o variabile a tuo piacimento; l'importante è raccogliere, in modo equo e responsabile, fondi da destinare allo sviluppo, all'aggiornamento, alla manutenzione ed al perfezionamento dei tuoi stessi strumenti produttivi.

2: Distribuisci

Una volta al mese, una volta all'anno, una volta per ogni fattura: scegli tu ogni come e quando distribuire i fondi raccolti. Di seguito, dei rapidi riferimenti per donare ai progetti di sviluppo più importanti e popolari.

Wordpress Foundation

La fondazione a sostegno di Wordpress, popolare CMS per il web.

Drupal Association

Associazione internazionale a sostegno di Drupal.

OpenSourceMatters

Associazione che raccoglie donazioni per il CMS Joomla!

 

JS Foundation

Fondazione cui fanno capo importanti progetti come jQuery e Grunt.

Python Software Foundation

L'organizzazione da cui dipende il linguaggio Python.

Django

Il principale framework di sviluppo web per Python.

 

Debian

Una delle distribuzioni più amate e più usate in ambito server.

Apache Foundation

L'incubatore di tanti progetti vitali, tra cui il ben noto web server Apache.

The OpenBSD Foundation

Collettore per le donazioni destinate a OpenSSH, LibreSSL e altri progetti legati alla sicurezza.

 

MariaDB Foundation

Il riferimento per il database MariaDB, erede di MySQL e sempre più usato nell'industria.

The Document Foundation

La fondazione da cui dipende lo sviluppo di LibreOffice.

E non dimenticare i tanti moduli e plugins dei diversi CMS e frameworks che usi, ciascuno dei quali spesso ha una propria pagina per le donazioni!

3: Investi

Ci sono anche altri modi per investire i fondi che raccogli, destinati alla promozione locale del software libero.


Aiutaci a promuovere questa iniziativa: scarica il volantino, stampalo ed appendilo nella bacheca del co-working in cui lavori!

FAQ

Devo necessariamente esplicitare la quota di "contributo opensource" nelle mie fatture?

Assolutamente no: quello è un consiglio che diamo ma non esistono vincoli o regole per aderire a questa iniziativa informale, né sulla forma né sull'entità della quota. Puoi anche semplicemente aggiungere una nota in calce al documento, tipo "L'1% del guadagno verrà devoluto a progetti opensource", oppure non scrivere nulla. Indicare chiaramente il contributo nelle proprie fatture aiuta a comunicare ai propri clienti il "costo" del software libero, ma ha un valore prettamente divulgativo e simbolico.

Posso scaricare queste donazioni dalle tasse?

Gran parte delle organizzazioni sopra linkate hanno sede fuori dall'Italia, alcune sono almeno in Europa ed altre no, molte delle suddette pagine contengono istruzioni sulla possibilità o meno di avere un documento valido a fini fiscali. Per sponsorizzazioni e versamenti ai soggetti locali italiani è più facile ottenere una fattura, o almeno una ricevuta, che può essere scaricata come spesa.